L’uomo del sì

Oggi Costanza pubblica una vecchia nota che avevo scritto per FB un paio di anni fa. La ringrazio per la cortesia e mi cito (non senza un po’ di rossore)

il blog di Costanza Miriano

 

di Fabio Bartoli

Quanto mi pesa dover dire di no! Il dramma della mia condizione di parroco è che mentre vorrei essere l’uomo del sì, l’uomo che accoglie sempre, la mia posizione di presidente della comunità, di responsabile dell’ortodossia, di maestro della fede mi costringe invece a correggere ed orientare ed a volte purtroppo a dover vietare e questa è la cosa più pesante.

Questa fatica si esprime soprattutto nella pratica quotidiana dell’ufficio parrocchiale. Ogni giorno in ufficio si giocano partite mortali. Quando una persona entra in ufficio parrocchiale di solito lo fa perché ha una richiesta specifica da fare: vuole un battesimo, o iscrivere un bambino al catechismo, o chiede un funerale o mille altre cose, si comporta in genere come chi va in un’agenzia a comprare un servizio, sa già cosa vuole e non è lì per ascoltare lezioni (c’è già così poco tempo nella vita, ci…

View original post 1.139 altre parole

Lascia un commento

Archiviato in Vita da prete

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...