La musica dell’universo

Su consiglio del mio amico Samuele ho acquistato un libro di fisica teorica (vabbé, molto semplificato) “L’universo elegante” di Brian Green. Tra gli impegni per organizzare il mio 25° (di cui vi dirò più avanti) e altre piccolezze, tipo il mondo da salvare o la Chiesa da rifondare, non ho ancora avuto tempo di iniziarlo, però una frase delle note di copertina mi ha folgorato:

“Tutto quanto avviene nell’universo è il risultato delle vibrazioni di singole unità. Ultramicroscopiche stringhe nascoste nelle profondità della materia (…) come corde di violino eseguono una sinfonia cosmica ordinata e armoniosa”.

Da quando ho letto questa frase vivo ascoltando la musica dell’universo, ed è fantastico. Sto imparando a decodificare il mondo in  termini musicali, per esempio ho notato che il mio giardino è in 5/4 (nel senso che le cose crescono un po’ dove gli pare) e osservando un agave stortignaccola e del tutto incongrua nel giardino di un palazzo ho capito che era una settima. Certe persone sono corni inglesi (io mi sento un corno inglese) e certe altre viole d’amore, taluni sono pianoforti ed altri flauti (e poi ovviamente ci sono anche le grancasse, hanno anche loro una funzione dopotutto).

E gli alberi? Fateci caso, ogni albero ha la sua nota, ci sono i malinconici Re min. e i trionfali La magg. (un po’ sfacciati in effetti), gli esibizionisti Sol e i concreti e solidi Do, i maestosi Si min. e i delicati Mi min. E poi possiamo andare sul difficile, come ad esempio il giardino di mia madre, che suona certamente un La min. sesta diminuita.

Finché ieri mattina, mentre celebravo le Lodi, ho assistito alla straordinaria “Sinfonia in Si min. per polline ed alberi di Tiglio” eseguita dal Villaggio Olimpico e quando verso le 7.15 del mattino è iniziato il secondo movimento, un “largo”, solenne e malinconico al tempo stesso, avrei potuto piangere di gioia.

11 commenti

Archiviato in Letture, Spiritualità, Umorismo, Vita da prete

11 risposte a “La musica dell’universo

  1. A proposito di musica dell’universo questo è un film da vedere assolutamente: struggente, melanconico, profondo, bellissimo (e con un Depardieu in stato di grazia): http://www.youtube.com/watch?v=ETGUU5vyOlE

    Mi piace

  2. 61Angeloextralarge

    L’ultimo periodo è molto bello e toccante. Peccato che in queste occasioni piango di allergia… ma resto a contemplare! 😦

    Mi piace

    • oh ma avresti dovuto vedere cos’era, sembrava neve. Una cosa mai vista (e sì che vivo qui da 14 anni).

      Mi piace

      • 61Angeloextralarge

        Evidentemente le piante prima erano troppo giovani. Solo dopo una certa età fanno la neve abbondante. Quelle sotto casa mia sono “mature” da anni. E gli antistaminici non aiutano a far passare l’imbranatagine, anzi!😉

        Mi piace

  3. paola

    Auguri per il 25°!! Noi abbiamo festeggiato i 25 di matrimonio pochi mesi fa. Anche se non ti ci vedi, e ti senti sempre come vent’anni fa, è un momento di bilancio, l’inizio di una stagione nuova. E una splendida occasione per accorgersi della fedeltà di Dio nella nostra vita.
    La fedeltà mette allegria.
    Ti prometto una preghiera e, se posso, ti chiedo lo stesso.

    Mi piace

  4. Grazie per gli auguri, in effetti è un momento bellissimo in cui sembra quasi che tutto il mio passato si stia raccogliendo insieme, come se tutte le tessere sparse di un mosaico lunghissimo andassero miracolosamente a posto

    Mi piace

  5. paola

    Ma tu don Fabio suoni qualche strumento? Curiosità.
    Questo post mi ha fatto pensare all’inizio del Silmarillion

    Mi piace

    • Il mio Tolkien mi echeggia dentro anche quando non me ne accorgo… sì “il canto degli Ainur” (l’inizio del Silmarillon) è una delle cose più belle che abia mai letto e l’idea di Dio che crea cantando mi ha sempre affascinato, tuttavia non era una consonanza consapevole, nel senso che non ci pensavo scrivendo… diciamo che come un saggio scriba tiro fuori dal mio tesoro cose nuove e cose antiche.
      Quanto alla musica in un altra vita ho cantato in una rock band e in un gruppo spiritual, bestemmio la chitarra da autodidatta e poi ne ascolto a vagoni anche tuttora e di qualsiasi genere, dal gregoriano al dodecafonico, passando per il folk celtico e il black metal🙂

      Mi piace

  6. Pingback: L’universo elegante | La fontana del villaggio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...