Archivi categoria: De oves et boves

Pietre e mattoni

L’articolo pubblicato ieri e la discussione successiva su Facebook mi hanno riportato alla mente questo vecchissimo articolo che scrissi 6 o 7 anni fa sulla bellezza della differenza… enjoy

 

Uscite, popolo mio, da Babilonia

Forse perché gli ricordano la schiavitù in Egitto, fatto sta che i mattoni non devono piacere molto a nostro Signore. Tutte le volte che nella Bibbia si parla di una costruzione solida si dice che è fatta di pietre, mentre invece le case di mattoni fanno inevitabilmente una brutta fine.

Ma cos’ha il mattone per essere tanto antipatico a Dio?

View original post 446 altre parole

Annunci

1 Commento

Archiviato in De oves et boves

Buon compleanno a don Fabio, nocchiero del Cielo

È stata un’estate così piena di cose che quasi son contento di tornare alla ferialità (che grazie a Dio non è mai routine): ho letto su Facebook che don Fabio Bartoli diventa cappellano d’ospedale e da quel giorno ho desiderato di congratularmi con quella che considero in qualche modo un’onorificenza, un autentico “scatto di carriera”. Quando…

Sorgente: Buon compleanno a don Fabio, nocchiero del Cielo

3 commenti

Archiviato in De oves et boves

Il papa giovane

pope

Non amo l’estetica decadente di Paolo Sorrentino. Preferisco immagini più vitali, più energiche. Però capisco che questa estetica decadente è l’immagine di Chiesa che domanda il mercato, specialmente americano, anche se non ha proprio niente a che fare con la realtà di ciò che la Chiesa è e di come effettivamente si vive in essa. Continua a leggere

7 commenti

Archiviato in Attualità, De oves et boves

L’arte dell’attesa

Il primo Ottobre 2012 pubblicavo questo articolo sul blog di Costanza, oggi mi ritorna indietro, segnalato da un’amica che me lo ripropone….
Curioso come le cose donate ritornano, così oggi lo ripubblico sul mio blog

il blog di Costanza Miriano

di don Fabio Bartoli

Qualche giorno fa un’amica, commentando un viaggio che doveva fare in Terra Santa, mi diceva: “sono contenta che domani sia solo lunedì cosi mi godo per due giorni l’attesa della partenza”. La frase lì per lì mi ha fatto sorridere, nella sua ingenuità infantile, ma ripensandoci ho scoperto che nasconde una profonda verità.

View original post 458 altre parole

Lascia un commento

Archiviato in De oves et boves

Come in Blade Runner

Ho trovato nel blog Canone occidentale questo bellissimo articolo. Non sono capace di ribloggarlo, quindi lo copincollo per intero.

Fadeintonature-1024x428

Mi è venuta in mente l’ultima scena di Blade Runner, così com’era quando il film fu distribuito nei cinema, nel 1982. Lo so che il finale inizialmente previsto da Ridley Scott era un altro, che poi fu aggiunto in seguito, quando al regista fu concesso di poter rimaneggiare quello che ormai era diventato un classico del cinema di fantascienza. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in De oves et boves