Archivi categoria: Vita da prete

Un uomo estremo

Antonio_monda_indegno_1462456477

Prima di decidere di farmi prete avevo preso solo un’altra decisione con eguale convinzione: quella di uccidermi

Il prete è un uomo estremo. Lo è sempre, anche quando ha abbandonato i suoi ideali e i suoi sogni. Il suo protendersi dentro il mistero lo pone suo malgrado al di sopra della mediocrità e perfino quando di per sé sarebbe un vigliacco e un mediocre, come don Abbondio, il suo carattere sacerdotale ne fa un mediocre estremo, un campione di mediocrità, per così dire. Continua a leggere

Annunci

1 Commento

Archiviato in Attualità, Vita da prete

Il lavoro del prete

59650AG

Come è interessante il linguaggio!

Le parole sono scivolose, non sono ferme e stabili nel loro significato nel tempo e a seconda di chi le usa acquistano significati diversi, a volte perfino contraddittori, a volte poi la gente non fa la fatica di andare oltre l’apparenza e cercare di capire in che senso l’altro le usi, se poi pensiamo che ormai la cortesia di un credito di fiducia anticipata non si dà più a nessuno, specialmente in rete, si capisce facilmente come soprattutto su FB si finisce a volte con l’insultarsi come pescivendole (con tutto il rispetto per i venditori di pesce, è un modo di dire che solo chi è stato al mercato del pesce di Genova può capire) perfino tra persone che in realtà la pensano allo stesso modo. Continua a leggere

10 commenti

Archiviato in Vita da prete

Il fico di Gerico

sicomoro-di-gerico

Questo è uno degli alberi più fotografati al mondo. È il sicomoro di Gerico, quello che tutte le guide di Terrasanta indicano come l’albero su cui si arrampicò Zaccheo per veder passare il Signore. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in Attualità, Vita da prete

Quattro chiacchiere con Roy Batty

Per chi fosse irrimediabilmente allergico alla fantascienza, Roy Batty è l’androide antagonista di Harrison Ford nel film Blade Runner, reso celebre da un famosissimo monologo, quello che potete ascoltare qui sopra, che fu in buona parte improvvisato dall’attore (un superbo Rutger Hauer), che all’ultimo momento tagliò alcune frasi e aggiunse di sua iniziativa il finale. Il monologo è ricordato come uno dei più toccanti della storia del cinema, anche se a mio modesto parere funziona molto meglio nel film che leggendolo scritto, e deve molto alla recitazione che a leggerlo appare piuttosto banale. Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Spiritualità, Teologia di Star Trek, Vita da prete

Confessore o padre di misericordia?

hqdefault

Cari amici, ieri ho partecipato ad un incontro di formazione per il clero della diocesi di Chieti-Vasto sul tema del sacramento della Riconciliazione. È stato un bellissimo incontro di fraternità sacerdotale e ne sono stato davvero personalmente edificato. Condivido con voi la mia relazione, anche se è decisamente troppo lunga per un blog, perché so che mi leggono diversi sacerdoti e forse può interessare anche loro. Continua a leggere

1 Commento

Archiviato in Spiritualità, Vita da prete

Il Gesù della porta accanto

IMG_2834

Cari amici, ieri ho scritto un articolo in cui dicevo che la nostra fede è tutto un equilibrio di ossimori. E forse posso aver dato, erroneamente, l’impressione che danzare tra gli estremi opposti possa essere facile. O divertente. Continua a leggere

25 commenti

Archiviato in Vita da prete

Il mestiere di attore

IMG_2798

Ieri abbiamo fatto una cosa bella: siamo riusciti a far soffiare il Gran Vento di Beacon nell’Aula Magna dell’università di Roma. In questa circostanza ho passato tutta la giornata insieme agli attori che hanno rappresentato lo spettacolo e, forse per questo, d’istinto mi veniva di paragonare la mia vita alla loro.

Continua a leggere

3 commenti

Archiviato in Vita da prete